Agorà
 

Reggio, il 27 marzo la presentazione del “Taccuino di scritture a margine”

Sarà presentato domani pomeriggio, mercoledì 27 marzo 2019, presso lo Spazio Culturale Open in via Filippini, 25, alle ore 17:30, il Taccuino di scritture a margine, realizzato nell'ambito del progetto PeriferichEnergie. Conoscere, narrare, inventare la città che non si vede, promosso da Sabir srl, dalla Casa Editrice Mesogea e da SabirFest OFF di Messina – in partenariato con l'Associazione International House di Reggio Calabria e la sezione napoletana dell'Associazione Yoda di Bologna, realizzato grazie al contributo SIAE con il bando "Sillumina – Copia privati per i giovani e la cultura".

Un lungo percorso di scrittura creativa, fatto di trekking urbani e di laboratori per narrare una città invisibile, grazie al contributo di tre giovani scrittori reggini: Luca Assumma, Federica Campolo e Raffaele Pace che in sinergia con realtà del territorio hanno approcciato una visione innovativa di realtà spesso ignorate.

Racconti che sono stati anche arricchiti da un murales realizzato dagli artisti , Cristian Tripodo e Domenico Tortora, presso il PalaColor di Pellaro che è la trasposizione del racconto scritto da Raffaele Pace "Lo spirito di Rhegion" grazie alla collaborazione de Gli Amici del Museo e del suo attivissimo presidente prof. Franco Arillotta.

Ancora una grafic novel per il racconto di Federica Campolo, realizzata da Carlo Lauro. Un racconto che ha preso spunto dall'esperienza dell'associazione "Un mondo di mondi" e del presidente Giacomo Marino.

A guidare il percorso di Luca Assumma è stata la Comunità di Sant'Egidio che accompagnando il giovane scrittore tra "gli invisibili" ha contribuito a fornire gli spunti per un nuovo sguardo.

Alla presentazione saranno presenti gli autori che leggeranno alcuni estratti dei loro racconti. Sarà possibile visionare le tavole delle grafic novel contenute nel Taccuino che verrà distribuito gratuitamente.