Altri Sport
 

La Viola saluta l’A2 con una vittoria. Il post-partita è da brividi…

addio violadi Simone Carullo - "Qui dove è quasi distrutta la storia resta la poesia...". Titola così uno striscione esposto dai Total Kaos durante il match di stasera, che ha visto la Viola imporsi sul Cuore Napoli Basket per 92-76 in una partita che aveva ben poco da dire per entrambe. La Metextra perché condannata alla retrocessione da una dura "sentenza" (dura soprattutto da digerire); Napoli perché destinato già da tempo a giocarsi i play out.

--banner --

E la poesia resta davvero! Resta agli annali il roster di questa splendida squadra. Restano le 18 vittorie ed i 36 punti collezionati in una stagione straordinaria. Resta l'orgoglio, la forza ed il cuore di questi ragazzi che hanno portato a casa il risultato e l'onore rendendo omaggio ad una città che li ha coccolati ed esaltati. Restano le lacrime, gli applausi i cori. Restano i colori, i sorrisi e gli abbracci del post partita. E quel gesto così caloroso ed inconsueto, la curva "Massimo Rappoccio" che accoglie la sua squadra, i giocatori che si mischiano al pubblico e tutto diventa come sfocato. 

Resta uno straziante amaro in bocca...

No, la Storia neroarancio non è distrutta! La Storia della Viola riparte da qui, dalle lacrime di questa sera, dall'abbraccio del PalaCalafiore. Riparte dalla passione e dalle devozione di un popolo "che merita di più", di una squadra che va tutelata e amata, di una stagione che non può essere dimenticata.

Non si può che chiudere così: "Grazie ragazzi! Grazie coach!"

addio viola2