Sculco (Cir): “Risolvere vertenza dei tirocinanti della giustizia”

"Sono trascorsi ormai circa due mesi dalla conclusione del primo anno di attività dei 'tirocinanti della Giustizia' e ancora oggi non si hanno notizie sull'avvio del secondo anno programmato, il contratto infattiera previsto perun annoe con proroga per un secondo,di cui si sono perse le tracce." E' quanto afferma la consigliera regionale di Calabria in Rete Flora Sculco, che aggiunge: "Questo stato di incertezza ha creato preoccupazione e allarme tra tutti i lavoratori che, purtroppo, non hanno alcuna informazione sulla ripresa della propria attività.

In questi giorni i lavoratori e le loro rappresentanze sindacali hanno svolto un'azione di forte sollecitazione nei confronti di tutte le autorità a partire dal Prefetto di Catanzaro, che vedranno lunedì, e si sono incontrate più volte con l'assessore regionale al Lavoro e con il direttore Generale del dipartimento Lavoro.

Io stessa,- conclude Flora Sculco –così come avevano già fatto la scorsa settimana i due colleghi consiglieri regionali, Gianluca Gallo e Franco Sergio, ho sollecitato il presidente Oliverio a scendere in campo per gestire direttamente la vicenda, che sta provocando enormi disagi ai lavoratori interessati e alle loro famiglie, oltre che privare gli uffici giudiziari della loro valida e indispensabile professionalità.

Il Ministero di Grazia e Giustizia non può continuare a fare orecchie da mercante, ma deve, con tutta urgenza, adoperarsi, in concerto con la Regione, ad affrontare e risolvere la vertenza dei 'tirocinanti della Giustizia'".