Massara (Movimento Cristiano dei lavoratori): “Sanità? Un altro fallimento della politica”

"Sembra ormai certa la nomina del generale Saverio Cotticelli a nuovo commissario ad acta della sanità calabrese

Non entriamo nel merito delle competenze del Generale il cui curriculum sarà sicuramente brillante.

Ciò che preoccupa è questo ormai certificato fallimento della politica. Una politica rinchiusa in se stessa, avvinghiata in circuiti di autoreferenzialità, che non riesce a esprimere proposte, programmi, che non ha alcuna visione di prospettiva e che sta lentamente e inesorabilmente mortificando una Regione che a fatica sta cercando di colmare quel gap con il Nord del nostro Paese.

Nell'ultimo Rapporto annuale dell'Istat, la Calabria risulta tra le regioni a più elevata mobilità ospedaliera in uscita con il 21,2% dei ricoveri dei residenti e contestualmente risulta tra le regioni con la percentuale più bassa di cittadini soddisfatti per l'assistenza medica ospedaliera ricevuta nel luogo di residenza.

IL costo di questa migrazione o per meglio dire di questa peregrinazione costa alla Calabria 300 milioni di Euro all'anno.

Sono ormai 8 anni che la sanità in Calabria è commissariata. Quali i risultati raggiunti?

I LEA sono ancora lontani anni luce da ogni standard nazionale, le strutture sanitarie registrano disavanzi crescenti. Infiltrazioni mafiose nelle stesse strutture, e l'ultima operazione della Procura di Catanzaro ne ha fornito ampia evidenza.

Abbiamo ancora bisogno di altri commissari? O, al contrario, abbiamo bisogno di una politica, lontana da clientelismi, che sappia far emergere le enormi eccellenze di cui siamo dotati, che sappia dare merito alla burocrazia efficiente e allontanare gli incompetenti. Che sappia individuare un management preparato e appropriato.

La sanità in Calabria non ha bisogno di altri commissari.

La sanità in Calabria ha urgentemente bisogno di un'ordinaria normalità!

la politica non è in grado di garantire tutto ciò? Ebbene, ne prenda atto!". Lo scrive il presidente regionale del Movimento Cristiano dei lavoratori, Vincenzo Massara.