Decreto Calabria, Anelli (Fnomceo): “Bene misure contro carenza medici specialisti”

"Bene il Ministro Grillo sulla carenza dei medici specialisti. E' giusto puntare sui giovani per sopperire alla carenza dei medici specialisti negli ospedali e nel territorio". Cosi' Filippo Anelli, presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri (Fnomceo) commenta il provvedimento, fortemente voluto dal Ministro della Salute, approvato nell'ambito del "Decreto Calabria", che permette di far lavorare i medici che frequentano l'ultimo anno della specializzazione, se questa dura 4 anni. "Per far questo - continua Anelli - e' necessario fare un patto con la Professione medica: da una parte, chiedere ai giovani medici di mettersi a disposizione negli ospedali, dall'altra utilizzare le risorse destinate alla formazione, e cosi' liberate, per incrementare il numero delle borse di specializzazione e permettere a tutti i giovani medici laureati di specializzarsi, colmando il buco formativo che in questi anni si e' determinato".

Secondo l'Ordine nazionale serve un patto, necessario per sostenere il nostro Servizio sanitario nazionale con un tempo limite: "cinque anni, la durata di un ciclo completo di specializzazione - conclude Anelli -. Un termine congruo per metter mano alla formazione post laurea, avviando una riforma che consenta ai nostri medici specializzandi di poter frequentare gli ospedali e acquisire cosi' anche esperienza 'sul campo', oltre all'ottima preparazione teorica che le nostre universita' offrono".