Blocco Riforma Terzo Settore, Tassone: “Si crea confusione, questa maggioranza parte con il piede sbagliato”

"La decisione della maggioranza di calare a sorpresa nel Consiglio inaugurale, con un meccanismo che sa di trappola istituzionale, il blocco della Riforma del Terzo Settore è un'operazione sbagliata nel merito e nella forma". Il consigliere regionale Luigi Tassone critica severamente la decisione del centrodestra di "sollevare da responsabilità l'Esecutivo attraverso un atto di indirizzo che, peraltro, non ha valenza amministrativa" e invita la presidente della Regione Jole Santelli e la Giunta regionale a "non tener conto dell'ordine del giorno".


Premesso che "la Calabria non si può permettere di stare ferma in un settore importantissimo", Tassone, che ha votato contro l'odg, sottolinea che "una eventuale ri-discussione dovrebbe veder coinvolte le Consulte e dovrebbe giovarsi di tutti i passaggi istituzionali, compreso il dibattito nella competente Commissione, oltre che della riflessione con le parti sociali". Tassone precisa, in qualità di ex sindaco di Comune Capofila di Distretto, di "avere piena contezza della materia" aggiungendo che, però, "non è corretto rifilare con manovre di palazzo ai nuovi consiglieri regionali, magari con esperienze diverse da quelle amministrative locali, temi specifici e delicati senza previa comunicazione nemmeno nella convocazione del Consiglio regionale".
"Il rischio – conclude – è quello di gettare nella confusione gli uffici dei Comuni Capofila e di produrre danni agli utenti. Agire in questo modo significa partire decisamente con il piede sbagliato".