Calcio
 

Possesso palla, densità e bel gioco: il Crotone di Stroppa così incanta l’Europa

stroppacrotoneTempo di quarantena, il che significa che è anche tempo di calcio fermo. Il nuovo Coronavirus blocca tutti e non risparmia nessuno, anche in Calabria il numero dei contagiati cresce progressivamente. Ferma, dopo aver sperimentato le porte chiuse, anche la Serie B. Ciò significa che è fermo anche il Crotone, nel momento migliore della sua stagione, quello in cui cioè la squadra di Giovanni Stroppa stava macinando punti e correndo spedito verso la promozione. Gli Squali, secondi in classifica, sono la squadra che di gran lunga ha strappato applausi, anche più del Benevento da record di Pippo Inzaghi. Questo grazie ad un gioco granitico, vero marchio di fabbrica dell'ex tecnico del Foggia. Il Crotone ha fatto del possesso palla il suo marchio di fabbrica, alla pari dei più grandi club d'Europa, anche più della Juventus sarrista.

Ma cosa significa oggi come oggi fare tanto possesso palla? Il sito di scommesse sportive online bwin, ha proposto uno studio di grande interesse, prendendo in esame i passaggi effettuati dalle squadre negli ultimi 35 metri di campo. Considerando, ovviamente, anche i passaggi concessi agli avversari. Ovviamente il possesso palla non è garanzia di successo, ma occupare larghe porzioni di campo è garanzia di dominanza. Le squadre più forti, non a caso, sono quelle che generalmente hanno il miglior rapporto tra possesso palla offensivo effettuato e concesso, laddove il possesso palla in zona di attacco rappresenta un fattore totalmente differente rispetto a quello a centrocampo, dove per esempio occorre fare densità occupando ogni spazio con un numero alto di giocatori, per creare filtraggio e linee di passaggio e, ugualmente, chiudere agli avversari.

 

 

Squadra maestra, e primatista, tra possesso palla offensivo effettuato e concesso è il Manchester City di Pep Guardiola. In Europa bene anche Ajax e Rangers, sorprendentemente in classifica anche il Maccabi Haifa. Per possesso palla nel solo attacco l'Ajax domina, in classifica anche il Barcellona. Per possesso palla difensivo primatista è il Porto.

In Italia la top three per possesso palla effettuato e concesso parla invece in maniera chiarissima: il Crotone di Stroppa domina, con 144 passaggi effettuati e 73 concessi, seguito dalla Juve di Sarri e dal Napoli di Gattuso. Che significa per il Crotone? Come dicevamo, non sorprende che uno "zemaniano" della prima ora come Stroppa abbia fatto del possesso palla un marchio di fabbrica. Quel che ha sorpreso è la costruzione di un impianto di gioco avvolgente, piacevole ed armonioso. I dati, in questo caso, parlano tutti a favore dei pitagorici, finanche meglio della Juventus (che effettua 153 passaggi, ma ne subisce più di 80). Ciò dimostra la mancanza di equilibrio tra i reparti: il Crotone rispetta al meglio il bilanciamento tra difesa e attacco, concedendo poco e subendo ancor di meno.

Ma è possibile vincere in un solo modo? Apparentemente sembrerebbe di sì: chi fa del bel gioco, del possesso e dell'attacco i suoi mantra, quasi sempre è in vetta alle classifiche. I casi di Liverpool in Premier League, il Bayern in Bundesliga, il PSG in Francia, la Juve in Italia. Ma non è il solo modo: squadre con bassi rapporti tra passaggi effettuati e concessi spesso si trovano a lottare per il top nei rispettivi campionati di appartenenza: in questo caso il Friburgo, secondo in Germania, è un esempio calzante. Il bel gioco, il possesso, aiutano. Ma non sono l'unica alternativa.