Calcio
 

Ex Reggina: Armando Calveri insignito del premio "La Gamba" a Pizzo

calveripizzoSi è svolta martedì 25 giugno a Pizzo, nella bella cornice di Piazza della Repubblica, la seconda edizione del premio intitolato allo sportivo vibonese Salvatore La Gamba. Giunto per l'occasione da Roma il segretario generale della Lazio, Armando Calveri, reggino di Campo Calabro e dal 2010 braccio destro di Claudio Lotito.

Anche Calveri ha spiccato il salto dal Sant'Agata, come dirigente: "Dal 2010 dopo aver lasciato la Reggina, ho iniziato un percorso con la Lazio di Lotito. La situazione finanziaria all'inizio non era positiva - ha rammentato il dirigente biancoceleste -  oggi possiamo competere per ottenere soddisfazioni. Puntiamo a raggiungere la qualificazione in Champions".

In Spagna si è svolta una riunione importante per le future sorti del calcio: "C'è in atto una discussione molto ampia. Un gruppo molto forte vorrebbe organizzare un campionato quasi privato. Noi ci stiamo battendo per il mantenimento dello status quo. Siamo all'opposizione, rispetto ai più importanti club europei. Fa parte dello stile del mio presidente".

Calveri ha ribadito quanto ci tenesse a presenziare nella sua Calabria: "La presenza serve a testimoniare che anche da qui si possono raggiungere traguardi inaspettati. Noi calabresi siamo tosti".

Durante la serata condotta da Paolo Amedeo e Paola Palmieri, tra i premiati è risultata particolarmente simpatica la partecipazione di Nicola Binda, da anni tra le firme più importanti della Gazzetta dello Sport. Il giornalista ha ricordato gli inizi della propria carriera e la passione per la Serie C, derivante dalle reminiscenze come calciatore dell'Omegna.

Il premio per Luca Gallo, presidente della Reggina, è stato ritirato dal responsabile comunicazione Giuseppe Praticò, che sul palco ha ripercorso le vicende che hanno portato all'avvento dell'imprenditore romano. Tra i premiati anche Felice Natalino, ex calciatore dell'Inter, e Marco Spina, giovane astro nascente della Spal.

p.f.