Reggina, dieci reti nella prima sgambata. Toscano: "I non convocati? È per il loro bene"

toscanosantagatadi Paolo Ficara - Diverse centinaia di tifosi hanno assistito alla prima sgambata stagionale per la Reggina di Mimmo Toscano, che ha battuto una rappresentativa locale col punteggio di 10-0. Sempre 5-3-2 il modulo utilizzato dal tecnico, che non ha potuto disporre dei difensori Bertoncini e Gasparetto e del centrocampista Marino. Esclusi dal test Baclet, De Falco e Strambelli, che non rientrano nei piani e rimarranno al Sant'Agata al pari di Ungaro, giunto in macchina da Taranto intorno alle 18:30.

Nel primo tempo, Toscano ha schierato Guarna tra i pali; Zibert nell'insolita versione di marcatore destro con Redolfi in mezzo e Rossi sul centro-sinistra; Kirwan e Bresciani sulle fasce; De Rose davanti alla difesa, con Bianchi e Paolucci mezzali; Doumbia e Corazza di punta. Bravi gli attaccanti a garantire un continuo movimento, infatti entrambi hanno realizzato una doppietta (Corazza ha realizzato un rigore). Le altre marcature portano la firma di Bresciani e Paolucci per il complessivo 6-0 al termine della prima frazione.

Farroni; Garufo, Neri, Marchi, Mastrippolito, Nemia; Salandria, Suraci, Sounas; Bellomo; Reginaldo. Questo il 5-3-1-1 schierato nella ripresa, con Maesano subentrato in corso d'opera a Nemia. A segno Bellomo, poi Reginaldo con una doppietta, sigillo di Sounas per il 10-0 finale. Il greco ha anche colpito due legni, un palo a testa per Garufo e Reginaldo. Ovviamente non ci sono grosse indicazioni da ricavare. Domattina la squadra partirà alle 8:30 alla volta di Cascia (PG), dove proseguirà la preparazione fino al 31 luglio.

Al termine del test contro la rappresentativa locale, ha parlato il tecnico Mimmo Toscano: "Mi è piaciuta l'applicazione. Nel primo tempo abbiamo attaccato di più la profondità. Se mi aspettavo tutta questa gente? Sì, sento il loro entusiasmo. La grande piazza ha voglia di calcio e di tornare a gioire assieme alla squadra. Gasparetto ha un problema all'adduttore, Bertoncini ha portato la maschera per l'infortunio della passata stagione. I non convocati? Si è deciso assieme alla società, per il bene dei ragazzi. Il mercato chiude i primi di settembre, non bisogna avere fretta e trovare le pedine giuste per la Reggina. Senza andare alla ricerca della pedina che ci manca. Garufo farà un'altra settimana di prova. Il sacrificio di una squadra parte dagli attaccanti, oggi hanno messo una grande disponibilità".

Ad aprire le danze è stato Abdou Doumbia, ormai inquadrato definitivamente come punta: "Sono contento, adesso siamo in fase di preparazione e lavoriamo sodo. La squadra sta lavorando mattina e pomeriggio, stiamo soffrendo per una buona causa. Stiamo ascoltando il mister. Ognuno ha delle abitudini, ma stiamo facendo quello che dice lui. Il mister è tosto. Lavora. Non parla tanto".

Creato Domenica, 21 Luglio 2019 21:14