Catanzaro
 

Coronavirus: comunicazioni sullo svolgimento della consegna a domicilio per le attività commerciali sospese a Catanzaro

Il Settore Attività Economiche del Comune di Catanzaro, in relazione al DPCM dello scorso 11 marzo che prescrive la sospensione delle attività dei servizi di ristorazione (inclusi bar, pub, ristoranti, pizzerie, rosticcerie, gelaterie, pasticcerie, ecc.), specifica - come specificato nelle F.A.Q. pubblicate sul sito del Governo - che resta consentita in relazione all'emergenza sanitaria in corso, per tali esercizi e per tutti quelli che svolgono attività di commercializzazione di cibi e bevande, compresi i prodotti agricoli, la possibilità di offrire il servizio di consegna a domicilio, nel rispetto dei requisiti e delle norme igienico-sanitarie sia per l'attività di confezionamento che di trasporto.


Chi organizza l'attività di consegna a domicilio – lo stesso esercente o una cd. piattaforma – deve evitare che al momento della consegna ci siano contatti personali a distanza inferiore a un metro.
Pertanto gli esercizi rientranti nell'art. 1, comma 2) del DPCM dell'11 marzo che intendano proseguire la loro attività sono tenuti ad inoltrare, tramite il portale CalabriaSuap, la notifica ai fini della registrazione sanitaria - mod.B4.01, ove non già presentata.
E' possibile scaricare l'informativa integrale con il modello sul portale www.comune.catanzaro.it nella sezione dedicata al Covid-19. Il personale dello sportello Suap è disponibile per informazioni e chiarimenti al numero 0961-881855 e al seguente indirizzo PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.