Cosenza
 

Alloggi popolari,ex sindaco di Rossano Mascaro: "Proseguire con legalità e trasparenza"

"Legalità, trasparenza, prevenzione. Sono stati, questi, i punti fermi ai quali l'azione amministrazione che ho avuto l'onere di guidare si è ispirata sin dal suo insediamento, ponendo tra le sue priorità il ristabilimento delle regole per la garanzia dell'effettivo diritto alla casa, con attenzione costante alle fasce sociali più svantaggiate".

È quanto dichiara Stefano Mascaro già Sindaco di Rossano esprimendo soddisfazione e compiacimento per la positiva prosecuzione, da parte dell'ATERP Cosenza, "congiuntamente al lavoro di squadra delle forze dell'ordine, dell'attività di monitoraggio, di censimento, d'indagine e di ripristino della legalità nel settore dell'edilizia residenziale pubblica avviato e portato avanti – aggiunge – con grande determinazione e senza precedenti nella storia cittadina e del territorio".

"Abbiamo sin da subito fatto nostra – prosegue – l'esigenza di riportare ordine e sicurezza in un campo letteralmente minato dall'anarchia consolidatasi nei decenni precedenti. E lo abbiamo fatto avendo sempre come obiettivo e riferimento il rispetto della dignità delle persone, la lotta all'abusivismo ed alla prepotenza. Con un'ambizione che resta intatta: poter contribuire a restituire la speranza di una casa a quanti versavano e versano, purtroppo, in condizioni di elevato disagio sociale ed economico.

Insieme – continua – ad Angela Stella, già assessore alle politiche sociali nell'esperienza amministrativa da me guidata e da poco confluita nell'ambizioso progetto del Comune unico in corso e con la collaborazione degli uffici comunali, non abbiamo lesinato sforzi, affiancati all'ATERP della quale abbiamo apprezzato la grande sensibilità e supportati dalle forze dell'ordine alle quali confermiamo il nostro sostegno, per mettere in piedi un'importante azione di ricognizione e recupero del patrimonio residenziale pubblico.

Se, da una parte, alcuni palazzi comunali nel centro storico di Rossano risultano ancora irregolarmente occupati e, dall'altra, non possiamo non comprendere, senza tuttavia giustificarne esiti illegali, l'elevato livello di disperazione che c'è in tanti strati della popolazione, l'azione virtuosa inaugurata in questo anno e mezzo di amministrazione e che sta proseguendo anche in questa fase di transizione con il Commissario Prefettizio Domenico Bagnato rappresenta oggettivamente – conclude Mascaro – un'inversione netta di rotta della quale andare fieri ed un contributo prezioso in termini di giustizia sociale ed assistenza ai più deboli che deve essere non solo rafforzato ma esteso, con analoghi sforzi e risultati, su tutto il territorio ed il patrimonio della Città di Corigliano-Rossano".