Cosenza
 

Cosenza, Morra (M5S): "Occhiuto allontani Vigna, è incompatibile"

Abbiamo scritto un'altra pagina di legalità in città. Siamo parzialmente soddisfatti della celerità con la quale il Prefetto ha notificato al sindaco di Cosenza, il provvedimento di sospensione per Spataro certificandone l'incompatibilità, così come avevamo denunciato più volte, di un amministratore già condannato in secondo grado per bancarotta fraudolenta» - lo afferma con soddisfazione il Senatore del M5S Nicola Morra che non perde l'occasione per dare una stoccata al Sindaco di Cosenza - «Rimaniamo stupiti dal Sindaco Mario Occhiuto che lascia inviariato l'incarico a Vigna assegnato a seguito delle sue dimissioni di Assessore. Come se Vigna fosse immune all'applicazione più ampia della Normativa».

Il pentastellato spiega al Sindaco quale sia la situazione attuale che interessa l'ex-assessore: «Occhiuto dovrebbe sapere che la legge Severino e la giurisprudenza in generale prescrivono la preclusione, a tutela dell'Ente, a conferire incarichi a coloro che abbiano riportato condanne penali con sentenza di primo grado, confermata in appello, con la stessa non inferiore a due anni di reclusione per un delitto non colposo. Eppure il Sindaco anche di fronte ad un provvedimento di sospensione in spregio a quanto descritto tutela i condannati» - Morra prosegue - «È proprio il caso del Comune di Cosenza dove, Luciano Vigna, incompatibile perché condannato, ha ricevuto un incarico con delibera 67/2018 in un organo d indirizzo politico come lo Staff del Sindaco di fatto continuando a ricoprire incarichi nell'Ente con la "complicità" di Mario Occhiuto»

Il Senatore Morra conclude: «Ci aspettiamo un provvedimento di revoca per l'incarico dato all'ex assessore, a tutela del Comune e dei suoi cittadini, per ristabilire la morale nel Municipio»