Cosenza
 

Rapina e tentata estorsione nel Cosentino, i nomi dei soggetti coinvolti. Due irreperibili

arresto carabinieri500Sono quattro le ordinanze di custodia cautelare eseguite dai carabinieri della Compagnia di Rossano nell'ambito di un'operazione coordinata dalla Procura della Repubblica di Castrovillari. Dei sei provvedimenti restrittivi emessi dal Gip, due non sono stati eseguiti poiché i destinatari si sono resi irreperibili. Le quattro persone arrestate sono Serafino Perfetti, di 40 anni, Rosario Lefosse, di 31, Rocco Pirillo, di 34, ed Antonio Cirigliano, di 54. Sono tutti accusati di rapina e tentata estorsione in concorso.

I fatti in cui sono coinvolti gli arrestati risalgono al maggio scorso quando ad un 73enne di Longobucco é stata rubata l'auto a Cosenza. La vittima del furto si è rivolta ad un meccanico di Bocchigliero per tentare una mediazione al fine di ottenere la restituzione dell'autovettura. In cambio del suo interessamento il meccanico avrebbe chiesto 1.500 euro. Nello stesso tempo il figlio del derubato, Serafino Perfetti, si sarebbe rivolto a persone della zona del cirotano, tramite Cirigliano, allo scopo anche lui di ottenere la restituzione dell'auto. A questo ha fatto seguito un incontro tra il meccanico e Serafino Perfetti al quale avrebbero partecipato, come ricostruito grazie alle immagini del sistema di videosorveglianza ed ai tabulati telefonici, due cirotani e Rocco Pirillo, che era in compagnia di Serafino Perfetti e Lefosse. Nel corso dell'incontro il meccanico sarebbe stato minacciato e costretto a scendere dal proprio fuoristrada. L'uomo sarebbe stato anche malmenato, con l'intimazione ad ottenere la restituzione dell'automobile dell'anziano senza versare in cambio alcuna somma di denaro. Solo in questo caso il meccanico avrebbe riavuto il suo fuoristrada. Il meccanico, però, a questo punto, ha sporto denuncia ai carabinieri omettendo, forse nel timore di ritorsioni, di raccontare quanto era accaduto realmente nel corso dell'incontro. Le indagini hanno poi consentito di ritrovare l'utilitaria e, successivamente, anche il fuoristrada rubato al meccanico, oltre che di identificare i responsabili del furto, dell'estorsione e della rapina.