Cosenza
 

Coalizione Gianni Papasso: successo su tutta la linea per la presentazione dei candidati consiglieri a Cassano allo Ionio

Tanta la gente; suggestivo lo spazio antistante il "FREE Time Cafè" di Lauropoli che ha ospitato la manifestazione; coinvolgenti gli interventi; ottima la moderazione del giornalista Leonardo Guerrieri. Ma a farla da padrone, alla presentazione dei candidati consiglieri della coalizione Gianni Papasso, è stato l'entusiasmo.

Location gremita, applausi e consensi a ognuno degli interventi, qualche emozione per i nuovi alla prima esperienza politica, e tanto, davvero tanto, entusiasmo presente in tutti. In quell'angolo straordinariamente suggestivo del FREE Time, alle 18,30 di stasera, domenica 13 ottobre 2019, sono state presentate le liste dei candidati al Consiglio Comunale di Cassano All'Ionio. Un'iniziativa che nasce dopo un'attenta valutazione per la scelta dei quarantotto, donne e uomini che, insieme al candidato Sindaco Gianni Papasso, il prossimo 10 novembre si sottoporranno al giudizio degli elettori.

Nell'introduzione il conduttore Guerrieri ha parlato del corposo programma presentato da papasso. "Un programma corposo, forse ambizioso ma non di difficile realizzazione: basta avere la squadra giusta. Gianni Papasso la squadra giusta sembra proprio averla. Una squadra che nasce ora ma che punta lontano.

"La nostra squadra nasce dopo un lungo lavoro sul programma che ognuno dei presenti in lista ha sottoscritto, ed essa rappresenta anche il naturale sbocco di un'attività iniziata già e interrotta bruscamente il 27 novembre 2017 da un commissariamento ingiusto".

Tra i quarantotto nominativi, oltre alla rappresentanza di genere, è stato dato molto spazio ai giovani, ma anche a chi come Rosella Garofalo, Antonio Golia, Antonino Mungo, Carmen Gaudiano, hanno voluto mettere ancora una volta la loro esperienza al servizio del "progetto Papasso". Ci sono giovani laureati, commercianti, lavoratori dipendenti, imprenditori, liberi professionisti, medici, pensionati con un intento unico: ridare dignità a Cassano.

Anche il Professore Alessandro Magnelli ha voluto mettere la sua esperienza a disposizione del suo paese. "Sono stato fuori ma non ho mai smesso di interessarmi di Cassano", dice nel suo caloroso intervento. "È il momento di cambiare, certo – prosegue Magnelli – ma a farlo non deve essere solo l'Amministrazione ma anche, e soprattutto, i cassanesi". Poi l'invito: "Io sono pronto ad affrontare questa sfida ma invito tutti a votarlo questo "ragazzo" (rivolgendosi a Gianni Papasso, ndr) perché ha dimostrato di essere un bravo amministratore e, soprattutto, ama Cassano in modo viscerale, e questa è una garanzia per tutti noi".

Nella composizione delle liste è stata anche tenuta in gran considerazione la rappresentanza territoriale: ci sono cittadini provenienti da Sibari, Lauropoli, Doria, Cassano Centro, e altre realtà cassanesi.

Al tavolo, con Gianni Papasso e Leonardo Guerrieri, anche l'avvocato Franz Caruso e il Segretario Regionale PSI Calabria, Luigi Incarnato.

Gianni Papasso nel suo intervento, fra l'altro, ha invitato il candidato Sindaco avversario, Francesco Lombardi, a entrare in una fase nuova, ossia affrontare questa campagna elettorale all'insegna della lealtà. Basta, dunque, con gli attacchi personali, basta con le calunnie e le lettere anonime: "Concentriamoci sui problemi reali e gravosi della nostra comunità". In pratica Papasso invita l'avversario a entrare in una fase in cui la contrapposizione tra le coalizioni avversarie, smetta di essere semplicemente prova muscolare, insulto e aggressione e diventi – seppur nel rispetto di ruoli e posizioni spesso differenti – sinergia per concorrere a un obiettivo comune.

"Mi piacerebbe un confronto pubblico sui problemi della nostra città. Confrontiamoci solo sulle questioni che meritano risposte urgenti e mostriamo alla nostra Cassano quali sono le soluzioni all'altezza delle sfide che verranno che ciascuno di noi propone, in modo che la scelta dei nostri concittadini il 10 novembre possa avvenire solo su queste".

L'esordio dei quarantotto candidati nella serata di presentazione è stato caratterizzato dagli interventi di dodici consiglieri, quattro per lista. In ogni intervento è stato sottolineato, tra l'altro, che la "salvezza" della cittadina cassanese non può essere sacrificata sull'altare delle ambizioni personali e politiche, e che appoggiare la candidatura di Gianni Papasso, per ciascuno dei candidati stessi, significa garantire ogni impegno per vincere una sfida difficile: far rinascere Cassano.

Accorati ed emozionanti anche gli interventi finali di Caruso e Incarnato. Entrambi hanno rimarcato l'onestà dell'uomo e le capacità dell'amministratore Papasso. Grande commozione anche per gli occhi lucidi di Incarnato il quale, esortando i cassanesi a votare Gianni Papasso, ha invitato tutti a uno scatto di orgoglio per recuperare il tempo perduto, accumulato da un commissariamento che ha bloccato il paese. "Doveva esserci un solo candidato: Papasso", è stata la provocazione di Incarnato, perché "il suo amore per Cassano" rende Gianni Papasso "l'unico Sindaco possibile per questa comunità".