Cosenza
 

Trebisacce (Cs), il direttore generale dell'Anbi incontra i consorzi calabresi

"Sostenibilità ambientale,sociale ed economica nel tempo dei cambiamenti climatici.Il ruolo dei Consorzi di Bonifica e le opportunità per la Calabria".

È stato questo il tema del primo incontro organizzato e fortemente voluto dall'Anbi,rappresentata dal Direttore Generale,Dr.Massimo Gargano,che si è svolto il 16 Gennaio a Trebisacce,presso il Miramare Palace Hotel e a cui hanno preso parte i Consorzi Calabresi.
Diversi sono stati gli interventi diretti a sottolineare la capacità progettuale e l'importanza del ruolo svolto dai Consorzi di Bonifica al fine di prevenire le calamità naturali causate dagli attuali cambiamenti climatici.Si è parlato di irrigazione,del progetto di sinergia con la Protezione Civile,la cui collaborazione è di fondamentale importanza per sopperire alle esigenze del territorio,della manutenzione dei fossi e canali che,così come dichiarato dal Prof.Marsio Blaiotta,Presidente dell'Anbi Calabria, è indispensabile per prevenire ed evitare eventuali allagamenti e quindi danni al territorio.

Prestigioso l'intervento del Dr.Gargano,il quale ha esposto i problemi causati dalla siccità in questi ultimi anni e che colpiscono maggiormente il turismo e gli agricoltori del luogo ed,altresì,i vari progetti attuati e da attuare per porre fine a tali disagi.
Presenti tutti i Presidenti,Direttori,Dirigenti e Amministratori dei vari Consorzi, tra cui l'Ing.Maria De Filpo,la quale ha rivendicato la fondamentale attività dell'irrigazione fornita dai Consorzi,l'importanza di tali Enti al servizio dei consorziati e la necessità di realizzare opere di progettazione.
Ulteriori argomentazioni in materia,sono state affrontate dall'Ing.Franco Aceto,Presidente Regionale di Coldiretti,il quale ha ribadito più volte,la vicinanza e il supporto di tale organizzazione sindacale al mondo consortile,già avviato precedentemente dal suo predecessore Pietro Molinaro,anch'egli presente all'evento e che,in qualità di addetti ai lavori,hanno difeso la rilevanza del settore agricolo della nostra Regione e accentuato le possibilità e potenzialità che da esso ne derivano.
Tale manifestazione,che ha ricevuto un forte consenso da parte dei tanti interessati,si è conclusa con l'impegno da parte di ognuno,di mettercela tutta affinché il nostro bellissimo territorio possa migliorare e crescere in tutti i suoi aspetti.