Cosenza, Apicella: “Coronavirus? Ecco proposte su autostazione e stazione dei treni”

"L'emergenza nazionale per la diffusione del Coronavirus, sta interessando in queste ore anche la nostra Regione e la nostra Città. E', infatti, di oggi l'ufficialità che la prossima Fiera di San Giuseppe è stata annullata, perché essendo un momento di grande partecipazione di massa, con persone provenienti da tutta Italia e anche da altre Nazioni, rappresentava un evidente pericolo per la diffusione di eventuali virus.

L'iniziativa intrapresa dalla Consigliera Comunale Annalisa Apicella, anche nella qualità di presidente della Commissione Attività Produttive, di convocare un'apposita seduta proprio per valutare il rinvio della Fiera, ha di fatto sensibilizzato l'intero Consiglio Comunale ad affrontare questo tema.

Nel frattempo la Regione Calabria, su iniziativa della neo Presidente Jole Santelli, ha preparato una ordinanza che è stata sottoposta alla Presidenza del Consiglio dei Ministri e ai vertici della Protezione Civile Nazionale, con la quale si dispone la chiusura delle Scuole e delle Università, il rinvio di qualsiasi iniziativa pubblica e privata ad alta concentrazione di pubblico, sia in luoghi chiusi che all'aperto.

E' quindi evidente che le varie Autorità Nazionali e Locali stanno valutando e predisponendo tutte le norme e le iniziative volte al contenimento del contagio da Coronavirus.

"Anche noi in città – sostiene Annalisa Apicella - dobbiamo assumere dei provvedimenti volti al ridimensionamento di un eccessivo allarmismo, e che contemporaneamente contribuiscano alla divulgazione di informazioni e pratiche civiche volte alla conoscenza delle norme basilari per arginare il contagio. Per questo motivo ho proposto l'istituzione di un presidio della Polizia Municipale davanti le corsie dell'autostazione, coadiuvata da 118 e personale delle Ferrovie della Calabria, che informino i passeggeri provenienti dalle Regioni focolaio del Nord Italia, magari con la distribuzione di un volantino, delle regole da seguire in questi casi e con i numeri telefonici sanitari da contattare.

Ho proposto il rinvio anche delle manifestazioni carnevalesche e l'adozione da parte del Sindaco di un provvedimento che obblighi i cittadini giunti a Cosenza, a comunicare ad appositi numeri comunali, la loro permanenza in città, qualora provenienti dalle zone di contagio.

È quanto mai opportuno promuovere una corretta e puntuale campagna informativa, monitorare l'andamento della situazione sul nostro territorio sino alla cessazione dell'emergenza acuta, ed eventualmente attivare per tempo un piano di azione qualora la situazione generale del nostro territorio dovesse aggravarsi".

Creato Lunedì, 24 Febbraio 2020 20:02