Cosenza
 

Coronavirus, il sindaco di Aprigliano (Cs): "Panico e paura non sono soluzione"

"Nei momenti in cui si verificano allarmi per la salvaguardia della salute dei cittadini, la peggiore delle condizioni è farsi sopraffare dal panico.
La paura non è la soluzione.
Nel nostro territorio non sono presenti focolai di contagio del coronavirus, ma tenere sotto controllo l'evolversi della situazione e adottare ogni misura preventiva per contenere i rischi è un comportamento responsabile richiesto alle istituzioni; ed è quello che nel nostro territorio come Amministrazione Comunale, Sanitari, Medici e Forze dell'Ordine stiamo facendo.
Non è responsabile invece la diffidenza che si sta diffondendo nei confronti di chi rientra nel nostro paese da zone del Nord Italia; discriminare amici che in questi giorni ritornano da "fuori", dai luoghi di lavoro o di studio, non è la soluzione; ma soprattutto non è ne' razionale, ne' umano.
Il virus peggiore che si sta diffondendo in questi giorni ovunque nel mondo è la distruzione del vivere civile....
Ecco, dimostriamo che noi siamo diversi; dimostriamo che, mentre il mondo impazzisce, noi, qui, siamo quelli della stretta di mano, della pacca sulla spalla; mentre altrove si è persa l'umanità, noi siamo capaci di restare umani". Alessandro Porco sindaco di Aprigliano.