Cosenza
 

Corigliano-Rossano (Cs), Stasi: "Chi ha distrutto la sanità dovrebbe tacere"

"Gli esponenti della classe politica cittadina che hanno sostenuto chi ha chiuso gli ospedali di Cariati e Trebisacce e chi ha voluto il modello Hub-Spoke tra l'altro mai realizzato; che ha fatto perdere l'occasione della provincia della Sibaritide; che ha isolato totalmente Corigliano-Rossano anche internamente; ovvero che è responsabile anche degli enormi guasti della sanità di tutta la fascia ionica, farebbe una figura migliore tacendo". Lo afferma in una nota il sindaco di Corigliano-Rossano, Flavio Stasi.

"Da stamane abbiamo aperto una interlocuzione per chiudere la stagione degli accorpamenti a vista, dalla sera alla mattina e concordare - con ASP, Commissario e Governatrice - un piano generale di riorganizzazione dello Spoke Corigliano-Rossano, che oltre ad essere funzionale, sia trasparente ai cittadini e con tempi definiti. Stiamo facendo, in pratica, ciò che si sarebbe dovuto fare molti anni fa, ma che altri - che hanno incredibilmente anche il coraggio di parlare - non sono stati in grado di fare.

Finisce la stagione delle chiusure o aperture dei reparti per spinte di potere e si apre quella della riorganizzazione complessiva degli ospedali per dare servizi migliori ai cittadini, posizione condivisa anche col Presidente della Regione. In pratica si è chiusa la stagione di chi ha ancora il coraggio di parlare di sanità, dopo averne devastato (davvero) le fondamenta e parte quella della ricostruzione".