Cosenza
 

Cosenza, Pietro Lecce aderisce al Pd

A seguito delle elezioni regionali del 26 gennaio scorso e dopo una serie di colloqui con il Commissario della Federazione del Partito Democratico, Marco Miccoli e Pietro Lecce annunciano il rientro di quest'ultimo nelle fila del Partito.
Si ricorda che Pietro Lecce, candidatosi nella lista del PD alle ultime elezioni regionali, ha riportato – si legge in un comunicato stampa della federazione dem di Cosenza - un significativo risultato, considerati gli anni di assenza dalla scena politica e l'esiguo tempo a disposizione.
Militante nella FGCI, segretario della sezione del PDS di Spezzano Sila, Sindaco dello stesso Comune per due mandati, Consigliere Provinciale, Assessore Provinciale, Pietro Lecce prosegue nell'impegno politico coerente e disinteressato, che lo ha da sempre caratterizzato.
Sposando negli ultimi tempi le posizioni politiche di Articolo 1, davanti alla nuova fase politica che si è aperta in Italia cosi come in Calabria, ha ritenuto opportuno aderire sin da subito alla fase costituente lanciata dal Segretario Nazionale Nicola Zingaretti. Una nuova stagione politica che vede nel Pd il maggiore protagonista per ricomporre il campo del centrosinistra, al fine di costruire una proposta alternativa a questa destra inadeguata ad affrontare le sfide che sono davanti all'Italia ed alla Calabria.

Sollecitato da più parti a contribuire attivamente a questo nuovo processo, Pietro Lecce – prosegue il comunicato stampa del PD di Cosenza - non ha esitato a raccogliere l'invito di molti sostenitori soprattutto quelli che si sono spesi nel Comitato Elettorale organizzato in occasione delle elezioni Regionali, i quali gli hanno chiesto di non vanificare il risultato ottenuto. Dopo tutto si tratta della sua collocazione naturale considerato che, all'epoca, fu tra i più convinti fondatori del Partito Democratico.
I passaggi delicati del passato all'interno del PD sono ormai superati e l'attuale situazione politica richiede a tutti un senso di responsabilità. Il senso civico e democratico richiesti per governare le emergenze che si stanno affrontando e che si dovranno affrontare all'indomani della difficile fase che stiamo vivendo, rappresentano la necessità, oltre che l'urgenza, di unire tutte le anime della sinistra e del centrosinistra.
Senza alcuna esitazione quindi Pietro Lecce rientra nel PD, il Partito che ha contribuito a creare e nel quale ha vissuto tutta la sua passata esperienza politica ed istituzionale, sicuro che presto tanti altri potranno seguirlo, considerati i segnali provenienti dal territorio della Provincia e l'adesione di autorevoli personalità del mondo politico, amministrativo, culturale e professionale.
Appena le condizioni lo renderanno possibile, in un incontro pubblico, saranno illustrate in modo più approfondito – conclude la federazione cosentina del partito - le ragioni politiche di tali decisioni, insieme al Commissario Miccoli (che ha sollecitato prima e accolto poi con grande entusiasmo la decisione di Pietro Lecce) ed alla presenza degli esponenti politici e istituzionali del PD, con lo spirito comune al segretario Zingaretti di costruire un nuovo Partito e soprattutto un nuovo futuro per la Calabria e l'Italia.