Fronte del Palco
 

Gerace e il nuovo Inno religioso dedicato alla Madonna del Carmine

Gerace è una suggestiva cittadina della provincia di Reggio Calabria. Le sue piazze, i vicoli, i palazzi e le chiese parlano di arte e cultura e vedono convivere stili diversi tra loro. Considerata uno dei borghi più belli della Calabria, nel corso della sua lunga storia ha visto il sorgere di numerose chiese ed edifici sacri, per questo ha assunto l'appellativo di "Città Sacra".

Come ogni anno, nel mese di luglio, ricorrono i festeggiamenti in onore della Madonna del Carmine e il musicista Alessandro Macrì insieme a Lorenzo Sebastianelli (compositore) e Marco Scapati (cantante), hanno realizzato il nuovo Inno religioso.

Scritto da Giuseppe Barbaro è intitolato "Preghiera a Maria del Camelo" ed è dedicato al culto mariano.

Il culto di Maria del monte Carmelo ha le sue radici nell'Antico Testamento, il primo Profeta D'Israele, Elia IX Sec A.C. dimorando sul monte Carmelo, ebbe la visione della venuta della Vergine, che si alzava come una piccola nube dalla terra verso il monte, portando la pioggia e salvando Israele dalla siccità. (Cfr. I RE 18, 42_45). In quell'immagine tutti i mistici cristiani e gli esegeti hanno sempre visto la Vergine Maria, che portando in sé il Verbo Divino ha dato la vita e la fecondità al mondo. Un gruppo di eremiti, "Fratelli della Beata Vergine Maria del Monte Carmelo", costruirono una cappella dedicata alla Madonna del Carmine. I monaci carmelitani fondarono, inoltre, dei monasteri in Occidente. Il 16 Luglio del 1251, la Vergine, circondata da Angeli e con il Bambino in braccio apparve al primo Padre Generale dell'Ordine, il Beato Simone Stock, al quale diede lo "Scapolare" col "privilegio sabatino", ossia la promessa della salvezza dall'inferno, per coloro che lo indossavano e la liberazione dalle pene del Purgatorio il sabato seguente alla loro morte; è anche un segno di protezione di tutti i pericoli della vita .Come Testimonia anche San Giovanni Paolo II "Anch'io porto nel mio cuore, da tanto tempo, lo Scapolare del Carmine, per l'amore che nutro verso la Mamma Celeste, la cui protezione sperimento continuamente, auguro che quest'anno Mariano aiuti tutti i religiosi del Carmelo, a crescere nel suo amore e a irradiare nel mondo la presenza di questa Donna del silenzio e della preghiera, invocata come madre della misericordia, Madre della Speranza e della grazia" (dalla Lettera di Giovanni Paolo II all'Ordine del Carmelo).

Dice Macrì: "Dopo aver ricevuto il testo, il 16 luglio del 2007, ho composto questa bellissima preghiera e con la collaborazione di Lorenzo e Marco, ho realizzato il mio sogno, portare avanti la mia città con un brano che sarà ascoltato e cantato dai tanti devoti alla Madonna del Carmine".

Alessandro Macrì. Si diploma in Corno presso il Conservatorio di Musica "F. Cilea" di Reggio Calabria. Si laurea in Didattica Strumentale (Bi.For.Doc.) presso il Conservatorio "S. Giacomantonio" di Cosenza ed è Docente di Corno dell'I. C. "Forum Novum" di Torri in Sabina (Rieti). Come solista, compositore e arrangiatore del Movie Brass Quintet, ha inciso gli Albums: "Symphonic Sounds" – edito da Always Records P. Studio & Thaurus Publishing e "ACTION!" edito da Valle G. Ed. Musicali e ApplausoUS (USA) e altri Singoli.

Lorenzo Sebastianelli. Autore poliedrico che grazie alla Macrì Productions ha inciso gli Albums: Ho incontrato la bellezza, Il suono dei giorni, Rivoluzione 70 e altri Singoli.

Marco Scapati. Cantautore e compositore. Si diploma presso l'Accademia del Cinema Griffith e si specializza presso il Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma. Ha inciso diversi Singoli.

La Preghiera a Maria del Carmelo uscirà il 16 luglio in tutti i store digitali, sarà distribuita dalla Macrì Productions ed edita dalla Always Records P. Studio & ApplausoUS.