Reggio Calabria
 

CasaPound: "ancora una volta negato il Lido Comunale alla cittadinanza. Vergogna senza fine"

Reggio Calabria, 19 giugno: "Anche quest'anno il Lido Comunale resterà abbandonato a se stesso tra incuria, sporcizia e spaccio. Una città metropolitana alla quale la natura ha donato un patrimonio inestimabile ma ingestibile a causa dell'incapacità di chi amministra. Sembra davvero che regni una maledizione sulla nostra città, condannata a non poter esaltare le sue bellezze e soprattutto a non poterne giovare"..Esordisce così in una nota Roberta Riso, portavoce del movimento CasaPound Italia a Reggio Calabria.

"Uno specchio d'acqua impossibile da vivere - prosegue Riso - a causa degli scarichi abusivi fognari che vi si riversano. La mancanza di civiltà ormai è nota ma l'Amministrazione Comunale deve decidere come risolvere la situazione. Non possiamo restare in questo stato per ancora altre stagioni. Altro che campionati mondiali di vela. Qui il semplice diritto alla balneazione è negato".

"Il Lido Comunale - prosegue la portavoce di CasaPound - un pezzo di storia della nostra città, un punto di raccolta per molte famiglie reggine, non può essere ridotto a tale stato di degrado. Ogni anno grandi proclami e tagli di nastri ma poi alla fine il nulla come sempre. Ci domandiamo inoltre chi vigilerà per la salute dei bagnanti che incauti potrebbero entrare nelle acque della Via Marina a fare un bagno. Chi tutelerà i turisti? Bandiere e cartelli non bastano, l'area deve essere riqualificata e riconsegnata alla città, non si può ogni anno affrontare sempre gli stessi discorsi".