Reggio Calabria
 

E ora “Possibile” di Civati apre una sede a Riace: “Sarà presidio a tutela di modello di accoglienza”

CivatiPippo1"Con la segretaria di Possibile Beatrice Brignone abbiamo pensato che a Riace la presenza politica debba essere piena e ci sia bisogno di una mobilitazione continua, per salvaguardare un modello di accoglienza. Possibile aprirà quindi una sede proprio a Riace, garantendo l'impegno di vari appuntamenti e incontri nel borgo, grazie al lavoro dei comitati di Siderno e Crotone, e alla presenza di tutte e tutti, provenienti da ogni parte d'Italia. Anche per questo lanciamo, insieme a Brignone, un appello a chiunque voglia dare una mano con le idee, le organizzazioni di evento e in qualsiasi modo utile a sviluppare progetti per mostrare la vicinanza a Riace". Lo dichiara Giuseppe Civati, fondatore di Possibile, annunciando il progetto del suo partito in favore di Riace.

"La precisazione del Viminale sul fatto che non ci saranno 'deportazioni' - aggiunge Civati - lascia intatto il problema: senza i fondi dello Sprar in molti saranno costretti ad abbandonare il borgo. Uno scenario catastrofico. La sede di Possibile sarà per questo un presidio a tutela di un modello di accoglienza e sarà un luogo aperto per promuovere iniziative che hanno uno scopo ben preciso: dimostrare che l'Italia sa sviluppare politiche migratorie diverse rispetto alla chiusura del salvinismo".