Reggio Calabria
 

Reggio Calabria, Foti (FdI): “Home Therapy diritto negato. Gli atti caritatevoli lasciamoli alla chiesa!”

"La salute, come ben sappiamo è un diritto fondamentale riconosciuto dall'art 32 della nostra costituzione che troppo spesso viene calpestato. Tutti hanno il diritto ad essere curati, sia chi ha la possibilità di recarsi in ospedale, sia chi purtroppo vive in uno stato di non autosufficienza. La violazione di questo importante diritto impone un risarcimento del danno nei confronti dell'ammalato, e noi di Fratelli d'Italia faremo battaglia per garantire questo grave diritto negato alla cittadinanza". Lo si legge nella nota di Nicola Foti, esponente e membro del direttivo del circolo "Eracle" Fratelli d'Italia di Reggio Calabria.

"Per chi non lo sapesse, a partire dal primo luglio tutti gli enti erogatori dei servizi di cure domiciliari integrate hanno comunicato che cesseranno l'erogazione di ogni tipo di servizio. Tale interruzione dei servizi di assistenza domiciliare, è dovuta al mancato pagamento da parte dell'ASP dei servizi precedentemente erogati. Tutto ciò non farà altro che aggravare una situazione già di per sé pessima, in questo modo non si fa altro che gettare benzina sul fuoco. Esistono delle criticità del sistema da abbattere, una di queste è proprio quella inerente al grave problema dell'accessibilità di tutti i servizi sanitari.
Sono moltissime le famiglie reggine che saranno colpite da questa grave interruzione di assistenza, Noi di Fratelli d'Italia crediamo che tutto ciò sia veramente scandaloso. Privare milioni di concittadini di un diritto cosi importante come quello alla salute è un vero attentato alla democrazia".