Reggio Calabria
 

Sasha Sorgonà: “Reggio senz’acqua da anni, basta slogan e promesse. Ora servono i fatti”

"L'acqua dal rubinetto non ha colore politico. Serve scendere in piazza per un diritto di anziani, bimbi e commercianti"!

A Reggio Calabria l'emergenza idrica può non definirsi tale. Se emergenza infatti è sinonimo di situazione contingente e temporanea, in riva allo Stretto la mancanza d'acqua è un abitudine che si trascina da troppi anni.

Sasha Sorgonà, imprenditore reggino ed ideatore di Spinoza, sottolinea l'assoluta anormalità di una condizione che offende la civiltà dei reggini. "Quello che in paese civile sarebbe l'assoluta normalità, a Reggio Calabria diventa un lusso da festeggiare

Nel momento dell'emergenza la priorità la devono avere anziani, donne e uomini che devono recarsi a lavoro, mamme e papà di bambini piccoli, commercianti che sfiancati da mille problemi del nostro territorio non possono andare avanti con l'acqua somministrata a ore", le parole di Sorgonà.

Promesse e slogan sono rimasti sulla carta, le rassicurazioni dell'amministrazione (non solo quella attuale) mai seguite dai fatti.

"Adesso non può essere il solo momento dell'attribuzione di responsabilità, di beghe elettorali e politiche. C'è un'emergenza da superare e tutte le forze politiche devono combattere per un unico obiettivo. L'acqua -sottolinea Sorgonà- è un diritto sacrosanto dei cittadini e quindi anche di chi ha un bar, un ristorante, una pizzeria, una qualsiasi attività commerciale.

In periferia il fenomeno dell'acqua dal rubinetto con il contagocce si protrae da anni, adesso che è arrivato anche in centro la situazione si è ulteriormente aggravata. Se il momento delle responsabilità arriverà per tutti, adesso nell'immediato deve arrivare quello della risoluzione. Per farlo c'è bisogno di gesti eclatanti, anche scendere in piazza a fare barricate. E' una battaglia che non deve avere colore politico, ne vincitori e vinti ma arrivare ad un solo risultato. Far si che anche a Reggio Calabria, come in ogni città 'normale' del mondo, l'acqua possa scendere regolarmente da rubinetto", conclude il delegato Fipe per il Sud.