Reggio Calabria
 

Migranti sbarcati a Roccella positivi al Covid, Nesci (FdI): "Preoccupazione per una situazione ad alto rischio"

"Condivido il timore e il disappunto del Presidente Santelli: tra i 48 migranti sbarcati a Roccella, 28 sono risultati positivi al

Covid, ed ora c'è un serio rischio di riproposizione di una situazione emergenziale in Calabria" – Il Commissario provinciale Fdi di Reggio Calabria Denis Nesci esprime preoccupazione per un evento che, se non circoscritto, rischia di diventare incontrollabile.

"Mesi di sforzi e sacrifici per rendere una regione 'Covid free' rischiano di essere vanificati da un'inconsistenza del Governo, ancora incapace a gestire e prevenire il fenomeno degli sbarchi incontrollati. Proprio dall' Africa - continente in piena emergenza Covid - fa notare Nesci - arrivano notizie sconfortanti di innumerevoli focolai, e il Governo Conte che fa? Lascia inibiti gli ingressi da 13 Paesi per il rischio contagio ma consente, o meglio, non riesce ad impedire, lo sbarco sulle coste calabresi di profughi infetti da Covid-19.

Se gli sbarchi dovessero continuare e il Ministro dell'Interno Lamorgese non sarà in grado di attuare contromisure adeguate e forti, i nostri territori saranno esposti a rischi e pericoli dalla portata inimmaginabile, perché le nostre comunità superata la crisi degli scorsi mesi, saranno costrette a vivere settimane d'ansia e ricatapultate nella paura di un isolamento forzato.

I migranti trasferiti, ad Amantea, Bova e Bova Marina - conclude il Commissario provinciale - impegneranno in modo più accentuato i volontari e gli operatori di sicurezza, pertanto, voglio esprimere pubblicamente il mio totale sostegno ed apprezzamento per il loro infaticabile servizio.