Vibo Valentia
 

Vibo, un arresto per tentato furto aggravato all’Asp

Intorno alle ore 20.00 di ieri sera, in via Assisi, due equipaggi della Squadra Volante dell'Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, diretto dal Commissario Capo dr.ssa Francesca Roberto, sono intervenuti presso la sede dell'Ufficio CUP e del laboratorio di analisi dell'Azienda Sanitaria Provinciale su segnalazione al 113 di un cittadino, il quale aveva sentito rumori sospetti provenire dall'interno. Verificata la veridicità della nota, il personale si accertava che l'intruso non potesse uscire da altre aperture e bussava con decisione alla porta, chiusa dall'interno, del locale da cui provenivano i rumori. Dopo qualche attimo d'indecisione, la porta si è aperta e ne è uscito un giovane che sulle prime ha tentato di giustificare la sua presenza dicendo di essere un operaio: ma, messo alle strette, ha dovuto ammettere di essere entrato furtivamente all'interno dell'ufficio usando delle chiavi false, allo scopo di forzarne la cassaforte. Il soggetto è stato quindi identificato in Francesco Mario Ortenzio Tomaino, ventisettenne già noto alle Forze dell'ordine, e quindi tratto in arresto per tentato furto aggravato. All'interno della stanza è stato rinvenuto e sequestrato tutto il materiale necessario per compiere l'azione delittuosa: un flessibile, una mazzetta, un grosso scalpello, guanti in lattice ed altro. Dopo le formalità di rito, lo stesso è stato posto agli arresti domiciliari, come disposto dall'Autorità Giudiziaria.