Calcio
 

Gallo a Reggina TV: "Non vedo perchè dovrei cedere la società. Mi fido di Aglietti, reagiremo contro l'Ascoli"

aglietti galloCarico a mille. Luca Gallo si è presentato ai microfoni di Reggina TV, all'interno del programma Buongiorno Reggina, per respingere tragedie e leggende metropolitane attorno alla presunta fragilità della sua presidenza. C'è stato ovviamente modo di schermare la squadra reduce dalla pesante sconfitta di Benevento. Martedì sera contro l'Ascoli, con fischio d'inizio alle ore 20:30, è attesa la pronta risposta degli amaranto, scivolati per la prima volta fuori dalla zona playoff.

"Sono pienamente convinto che Aglietti riuscirà a ritirare su una situazione isolata e temporanea. Abbiamo avuto una doppia battuta d'arresto – ha esordito il massimo dirigente - Questo è un campionato molto difficile ed equilibrato, tutte le squadre avranno dei momenti buoni ed altri meno buoni. La differenza sta nella capacità di gestire i momenti meno buoni. Di Aglietti mi fido. Ho parlato con squadra ed allenatore, da martedì ci sarà una reazione. I ragazzi sono tranquilli, c'è stato un blackout mentale. Dopo un inizio tosto di stagione, i ragazzi hanno avuto un calo di tensione. Però c'è un allenatore con grande esperienza ed un ds che mastica calcio da sempre".

Il Presidente Gallo ha successivamente tuonato, su sollecitazione dei tifosi intervenuti al telefono, verso le eccessive invenzioni circolanti sulla conduzione societaria: "Da quando ho preso la Reggina, non sono mai stati comminati punti di penalizzazione. Anzi, fresco d'insediamento ho vinto un ricorso per togliere un handicap ereditato dalla precedente gestione. Posso assicurare che non è mai avvenuto, mai avverrà e non capisco perché debba avvenire ora. Per quale motivo dovrei cedere la società, dopo aver investito un quantitativo impressionante di milioni messi di tasca mia? Ho trasformato il centro sportivo, non mi è stato regalato. Ho speso un sacco di soldi anche per il terreno del Granillo. Tante squadre stanno infognate in C. Le chiacchiere sui social prendono piede a discapito dei dati di fatto. La decina di milioni è un dato di fatto. Fossero successe a noi certe cose attribuite in questi giorni al club altisonanti, mi avrebbero squartato all'arrivo in aeroporto?".

p.f.