Cosenza
 

Una giornata per non dimenticare Roberta Lanzino: la ragazza barbaramente uccisa 33 anni fa. Intitolata panchina rossa a Celico

Una panchina rossa porterà il nome di Roberta Lanzino a Celico. La cerimonia d'intitolazione in programma lunedì prossimo, 26 luglio alle ore 11 nella villetta che dal 2002 porta il nome di Roberta. All'iniziativa promossa dal commissario prefettizio del comune presilano, dott. Gianfranco Rovito, saranno presenti i genitori, Franco e Matide, da anni impegnati nel contrasto alla violenza di genere.

Una data scelta non a caso, il 26 luglio di 33 anni fa, Roberta 19 anni fu barbaramente uccisa. Un delitto ancora senza colpevoli.

Nel pomeriggio alle ore 19 a Commenda di Rende, nella chiesa di S. Antonio, sarà celebrata, come ogni anno da quel lontano 1988, la Santa Messa. "Qui, nel ricordo di Roberta e del suo martirio - affermano i genitori - alla luce del più sublime dei sacrifici, quello della Croce, saremo tutti aiutati a capire il senso religioso del dolore e della sofferenza"