La Giunta approva “Riparti Calabria”: un fondo di 150 milioni di euro per aziende, professionisti e partite Iva

santelli jole nuovaÈ tornata a riunirsi oggi al completo, presso la Cittadella di Catanzaro, la Giunta Regionale.
Durante la riunione sono state affrontate le criticità relative all'emergenza Coronavirus e sono stati approvati alcuni provvedimenti di contrasto alla crisi economica in atto nella nostra regione.

Su proposta dell'assessorato al lavoro, sviluppo economico e turismo, Fausto Orsomarso, la Giunta ha adottato, l'atto di indirizzo per misure di aiuto alle imprese, competitività sistema economico e produttivo regionale. Si tratta di un fondo di centocinquanta milioni di euro subito disponibili per offrire una iniezione di liquidità alle aziende e ai professionisti calabresi colpiti dalla crisi economica legata all'emergenza coronavirus. Il fondo che prende il nome di "Riparti Calabria" è volto a garantire un sostegno da 10 mila a 400 mila euro a favore di piccole imprese, professionisti e partite iva.

"Questo fondo - aggiunge Orsomarso - è nato per affrontare l'emergenza, ma ci accompagnerà per i prossimi cinque anni e potrà essere alimentato con ulteriori risorse. La tempestività dell'intervento e l'importanza delle risorse messe in campo fanno della Calabria la regione che più di tutte si è impegnata nel sostegno alle imprese colpite dall'emergenza coronavirus, ora auspichiamo che anche il governo nazionale avvii interventi finanziari consistenti ed efficaci a sostegno del mondo produttivo".

Mentre su proposta dell'assessorato al Bilancio e Politiche del Personale è stato deliberato il Documento di economia e finanza della Regione Calabria (Defr) per gli anni 2020-2022 ed è stato approvato, nell'ambito dell'Esercizio provvisorio 2020, una variazione al bilancio di previsione 2019-202, annualità 2020, Dipartimento tutela della salute, con l'assegnazione di risorse dallo Stato per la realizzazione di interventi urgenti volti a fronteggiare l'emergenza epidemiologica determinata dal Covid-19.

È dell'assessore all'ambiente Sergio De Caprio la proposta, approvata dall'Esecutivo, di costituzione del Comitato d'indirizzo dell'Agenzia regionale per la Protezione ambientale della Calabria che dovrà occuparsi della verifica del contenimento delle spese e la riduzione dei trasferimenti a carico del bilancio regionale.

Su proposta dell'assessorato alle politiche agricole, sviluppo agroalimentare, politiche sociali e per la famiglia Gianluca Gallo è stato approvato il Programma regionale per le attività di sviluppo nel settore della Forestazione e per la gestione delle foreste regionali, anno 2020.

Infine la Giunta, su proposta dell'assessore alle infrastrutture, pianificazione e sviluppo territoriale, pari opportunità, Domenica Catalfamo ha deciso la proroga al 31 dicembre 2020 del periodo transitorio per la trasmissione dei progetti sulla piattaforma sismi.ca nella tipologia altre opere (legge regionale n. 37/2015 s.m.i. - r.r. n. 15/20017).

"La Calabria è una delle prime regioni italiane a varare il piano della rinascita. Finirà questo periodo buio e dobbiamo essere pronti ad acciuffare la nuova fase. Dobbiamo mettere le nostre imprese, i commercianti, gli artigiani, i professionisti nelle condizioni di reinvestire sul loro futuro e su quello della Calabria". E' scritto in un comunicato stampa della Regione Calabria.

"Riparti Calabria è una misura con cui la Regione Calabria investe 150 milioni di euro sulla ripresa economica.

Un intervento straordinario, che offre una visione di prospettiva ad imprese, piccoli artigiani, commercianti e professionisti. "Riparti Calabria", questo il nome dell'operazione, è una vera e propria spinta positiva per i diversi comparti produttivi della Calabria preoccupati, in questo momento di grave difficoltà, per il loro futuro. Un intervento che si unisce agli sforzi che questa amministrazione sta già facendo per gestire l'emergenza sanitaria e che rappresenta un'opportunità per i tanti calabresi che in questo momento sono in affanno, affinché possano contribuire alla ripartenza economica della nostra Regione" così Jole Santelli, presidente della Regione Calabria annuncia le misure economiche a supporto di approvate oggi dalla giunta".

Il fondo - si legge ancora - sarà gestito da Fincalabra in collaborazione con Unioncamere e prevede la concessione di finanziamenti rimborsabili a tasso zero, attraverso la presentazione di una domanda in modalità semplificata e con il calcolo del sostegno finanziario sulla base del reddito operativo e del fatturato degli ultimi due esercizi. Una parte del fondo servirà a dare ulteriore sostegno alle piccole partite iva - come commercianti ambulanti, bar e attività artigianali - con una sovvenzione una tantum a ristoro delle perdite subite. Inoltre è stato previsto di garantire l'accesso alla liquidità anche da parte dei professionisti attraverso l'adeguamento del fondo Frois per il microcredito, dotato di 20 milioni di euro.

A breve partirà l'attività informativa che coinvolgerà tutte le organizzazioni datoriali dell'impresa, del commercio e dell'artigianato e gli ordini professionali.

L'assessore regionale allo sviluppo economico Fausto Orsomarso ha ringraziato i dirigenti del Dipartimento e i funzionari di Fincalabra «che hanno supportato il nostro indirizzo politico per garantire fin da subito, con le risorse e gli strumenti che abbiamo a disposizione, la possibilità di fare ripartire il tessuto economico e produttivo della Calabria, sostenendo la continuità delle attività imprenditoriali e garantendo il mantenimento della competitività. Ma la nostra volontà è anche quella di scongiurare il rischio - evidenziato anche dai magistrati antimafia come Gratteri, Bombardieri e Lombardo - che gli imprenditori in difficoltà possano finire nella morsa dell'usura, per poi vedere la 'ndrangheta impossessarsi della propria attività e dei sacrifici di una vita».

«Questo fondo - aggiunge Orsomarso - è nato per affrontare l'emergenza, ma ci accompagnerà per i prossimi cinque anni e potrà essere alimentato con ulteriori risorse. La tempestività dell'intervento e l'importanza delle risorse messe in campo fanno della Calabria la regione che più di tutte si è impegnata nel sostegno alle imprese colpite dall'emergenza coronavirus, ora auspichiamo che anche il governo nazionale avvii interventi finanziari consistenti ed efficaci a sostegno del mondo produttivo».