Cosenza
 

A Lungro l'arcivescovo di Costantinopoli

L'Eparchia di Lungro e tutta la Chiesa calabrese accoglieranno mercoledì 18 settembre Sua Santità Bartolomeo I, Arcivescovo di Costantinopoli e Patriarca Ecumenico, successore dell'Apostolo Andrea, il più insigne rappresentante delle Chiese Ortodosse.

È un grande e storico passo nel cammino di riavvicinamento tra i fratelli cristiani.

È un canto di lode a Dio che attende l'unità tra i suoi figli.

Sua Santità il Patriarca conoscerà dal vivo una realtà unica e particolare, pienamente cattolica e, in questa condizione, fedelmente osservante la tradizione bizantina in comune con le Chiese Ortodosse.

L'Eparchia di Lungro, una delle dodici Diocesi della Calabria, con questa visita accentua la sua missione al servizio dell'ecumenismo e si offre come luogo concreto e dimensione storica per constatare la possibile unità dei cristiani, nella condivisione delle differenze e delle diversità, che non sono per dividere ma per rendere tutti più ricchi e più bella la Chiesa Una.

In preparazione alla visita sarà tenuta una conferenza stampa, al servizio, in modo particolare, dei giornalisti, affinchè possano avere notizie utili da offrire per allargare la cerchia di coloro che pregano e attendono l'unità visibile dei cristiani.

La conferenza sarà tenuta lunedì 16 settembre presso l'Hotel Ariha in Rende, dalle ore 11.00 alle ore 12.00.

Incontreranno i giornalisti S.E. Mons. Donato Oliverio, Vescovo di Lungro, il Protopresbitero Pietro Lanza, Protosincello dell'Eparchia di Lungro, il Dottor Virgilio Avato e l'Onorevole Andreas Michailidis della Assemblea Interparlamentare Ortodossa e il Dottor Giorghios Parissis del Parlamento Greco; coordinerà i lavori il Dottor Fabio Mandato della Redazione di Parola di Vita dell'Arcidiocesi Metropolitana di Cosenza – Bisignano.