Cosenza
 

Rovito (Cs), avviati i lavori per la banda ultra larga

Rovito è il primo comune in Calabria in cui prendono il via i lavori per l'infrastruttura a banda larga per le aree definite dagli operatori a "zero redditività" o le cosiddette aree bianche, cioè non coperte da nessun operatore, si tratta dell'ultimo bando nazionale che ha visto coinvolte Calabria, Puglia e Sardegna, che grazie all'attività di Open Fiber (azienda che si è aggiudicata l'appalto), all'impegno della Comunità Europea, di Infratel che vigila sull'attuazione del Bando e sulla corretta applicazione nelle aree bianche della Strategia Italiana per la Banda Ultra Larga, consentirà ai cittadini di Rovito e in futuro di tanti altri piccoli comuni rurali di poter avere una connessione a Banda Ultra Larga, attraverso la fibra ottica fino a casa (FTTH). In particolare, l'area del comune di Rovito interessata dai lavori di infrastrutturazione digitale è la frazione di Bosco; lavori strategici per il benessere e la quotidianità dei tanti abitanti che finalmente potranno accedere ad Internet ad alta velocità e, dunque, migliorare o implementare nuove modalità di lavoro a distanza (smart working) e garantire un accesso più semplice ai propri bambini e ragazzi alle attività scolastiche a distanza, qualora questa modalità di insegnamento dovesse protrarsi a causa dell'emergenza COVID19.

"Un servizio oggi imprescindibile per i cittadini - esordisce così Giuseppe De Luca, Presidente del Consiglio Comunale e abitante di Bosco - finalmente arriva anche nella nostra zona. Sarà sicuramente un forte impulso alle attività di lavoro agile e al miglioramento della quotidianità di tante famiglie che vivono nella zona prettamente residenziale".

Esprime soddisfazione anche Luigi Falbo, Assessore Comunale con delega all'Innovazione e Tecnologia: "Era davvero un peccato vedere aree del nostro comune non coperte dai servizi di banda ultra larga, soprattutto, in questo periodo di emergenza è stato evidente quanto Internet e una buona connessione contino nella vita quotidiana delle persone e quanto possano influire su lavoro, formazione e socialità. L'impegno di Open Fiber, attraverso l'attuazione del bando Infratel, garantirà attraverso un'infrastruttura fuori terra (pali e cavi aerei) una vera connessione a fibra ottica fino al domicilio. Un netto salto in avanti per Bosco e per tutta Rovito; mi auguro che questa nuova infrastruttura possa permettere a tanti giovani di esprimere il proprio talento digitale e di poter accedere ai contenuti del Web più facilmente e con maggiore qualità".

Felice D'Alessandro, Sindaco di Rovito, da sempre impegnato nell'innovazione della cittadina attraverso nuove infrastrutture e scelte strategiche saluta l'avvio dei lavori di Open Fiber con grande soddisfazione: "Devo ringraziare Infratel, la Comunità Europea e la Regione Calabria, perché questa sinergia di cui Open Fiber è attuatrice rappresenta per il nostro comune, e in genere per i piccoli comuni e le aree rurali, un'opportunità di crescita straordinaria. Non immagino cosa e come avrei fatto in questo periodo di emergenza senza Internet, senza la banda larga, senza l'accesso remoto a documenti ed atti. Questa tragica emergenza ci ha insegnato che il Web oggi è un'infrastruttura fondamentale per i cittadini, come acqua e corrente elettrica, e questo primo passo di avvio dei lavori per Bosco è una notizia che sono certo i cittadini della zona coglieranno con grande entusiasmo. Questi investimenti, in aree definite dagli operatori commerciali a zero redditività e, quindi, sconvenienti per creare nuove infrastrutture, sono invece più che mai giustificati perché queste aree possono dare al Paese un nuovo modello di sviluppo: più smart, più dinamico e innovativo".