Reggio Calabria
 

Federcasa in Calabria, le conclusioni del Convegno nazionale svolto a Reggio su rigenerazione urbana, orizzonte strategico delle politiche abitative pubbliche

Si rafforza, con un nuovo orizzonte, l'impegno nazionale di tutti gli enti che, nel Paese, sono gestori del patrimonio di edilizia residenziale pubblica.
La rigenerazione urbana come strumento innovativo per irrobustire, restituendole centralità, le politiche abitative pubbliche.

Questo il tema emerso prepotentemente nel corso dei lavori del Convegno nazionale, organizzato da FEDERCASA e da ATERP Calabria, a latere dei lavori dell'Assemblea di tutti gli Enti associati a FEDERCASA che si teneva, per la prima volta, a Reggio Calabria.
Il Commissario Straordinario di ATERP Calabria, Ambrogio Mascherpa, aprendo i lavori del convegno ha rivendicato i risultati positivi che la "nuova fase" dell'edilizia sociale, apertasi in Calabria nel 2014 e concretamente avviata con l'istituzione dell'azienda unica regionale, nel maggio 2016, da parte del Presidente della Giunta regionale Mario Oliverio, ha apportato, in termini di efficacia ed efficienza, del nuovo modello di governance che è stato certificato come virtuoso dalla stessa Corte dei Conti e che, oggi, vede la Calabria come sperimentato riferimento per il resto del Paese.
L'intervento del Presidente del Consiglio regionale, Nicola Irto e quello dell'Assessore regionale Angela Robbe, dopo i saluti del Sindaco Falcomatà portati da Giuseppe Sera, hanno sottolineato il nuovo rapporto che l'Assemblea legislativa ed il Governo regionale hanno saputo stringere con ATERP Calabria costruendo intorno ad essa un nuovo impianto legislativo, maturo per un Testo Unico, adeguato alle nuove esigenze maturate negli anni ed una nuova missione che sappia incrociare politiche di inclusione sociale ed un disegno più generale che rafforzi tutto il welfare calabrese.
L'On. Roberto Morassut, relatore, nella scorsa Legislatura, della Commissione d'inchiesta sule condizioni di sicurezza e sullo stato di degrado delle città e delle loro periferie, ha indicato nelle politiche abitative pubbliche uno dei pilastri per affrontare le nuove emergenze che vanno sempre più emergendo nei grandi centri urbani dove si manifesta una domanda abitativa sempre più forte e diversificata che deve essere affrontata con un nuovo e poderoso intervento pubblico che risponda non solo alla semplice domanda dell'abitare, assai cresciuta negli ultimi anni, ma che si ponga come obiettivo irrinunciabile quello di modellare le nuove armature urbane con interventi complessivi che guardino, ad un tempo, alla qualità della vita ed all'offerta di servizi per impedire nuovi quartieri ghetto, marginalizzati e facile terreno per la criminalità organizzata. Una sfida – secondo Morassut – che deve vedere impegnati non soltanto gli enti gestori ma che interpella anche l'impegno dei Comuni, delle Regioni, del Parlamento e del Governo che possono fornire risposte adeguate alla evidente emergenza di questi anni determinata anche da una forte sottovalutazione del bisogno dell'abitare pubblico.
Dopo gli interventi di Edoardo Reviglio, di Cassa DD.PP.,Serena Romito,Alessandro Almadori,Paola Capriotti, è stato il Presidente di FEDERCASA, Luca Talluri, a chiudere i lavori dell'iniziativa di Reggio Calabria che ha voluto ringraziare ATERP Calabria, la Città di Reggio Calabria e la Regione Calabria per l'ospitalità riservata alle delegazioni provenienti da tutta Italia e "certificando" il pieno rientro della Calabria nel circuito nazionale di FEDERCASA degli enti gestori con un chiaro riconoscimenti agli sforzi degli ultimi anni.
Talluri ha rilanciato, con forza e determinazione, la scelta della rigenerazione urbana come paradigma complessivo dell'impegno futuro dell'edilizia residenziale pubblica; una sfida alta che indica una strada ambiziosa dentro la quale devono e possono stare insieme, l'innovazione strutturale, senza consumo di suolo, la sostenibilità ambientale, l'efficientamento energetico, nuove tecnologie degli impianti, integrazione funzionale delle aree urbane, uniti ad interventi di integrazione ed inclusione sociale all'interno di uno sforzo corale e collettivo di tutte le Istituzioni e della pluralità dei soggetti sociali che possno contare, ancora una volta, sull'apporto che la robusta, pluriennale esperienza di FEDERCASA può offrire.