Reggio Calabria
 

Coronavirus, il gruppo consiliare del Pd di Reggio Calabria: "Serve collaborazione tra Enti"

"La collaborazione istituzionale tra i vari enti è elemento essenziale per contrastare in tutte le sue forme la pandemia in atto in Calabria ed in tutto il Paese.

Come Partito Democratico abbiamo chiesto ed ottenuto un passo indietro del Responsabile regionale della Protezione Civile nell'esclusiva necessità di dare una svolta in meglio allo stato delle cose e preoccupati per il danno di immagine e di credibilità reso alla nostra regione dopo le sue discutibili dichiarazioni in diretta nazionale".

Ad affermarlo sono il Capogruppo del Pd a Palazzo San Giorgio e componente della Direzione Nazionale Antonino Castorina ed i Consiglieri del Gruppo Rocco Albanese, Paola Serranò, Nancy Iachino, Enzo Marra e Mimmo Martino.

"Oggi però c''e' bisogno di uno sforzo in più e non solo di proclami dichiarano gli esponenti del Pd. Il lavoro dei sindaci di tutti i comuni della Calabria va supportato con risorse reali e disponibili che la regione Calabria può e deve mettere adesso. Le richieste del Sindaco Falcomatà devono avere una risposta immediata" , incalzano gli esponenti del Pd.

"Le somme erogate all'ex Provincia nel 2010 che ammontano a circa 138.232,53 euro, e adesso chieste indietro dalla Regione, vengano assegnate per ospitare in B&B quei sanitari del Grande Ospedale Metropolitano che non volessero tornare a casa, dalle proprie famiglie, per evitare possibili contagi da Coronavirus".

"Dei 76 mila buoni pasto appena acquistati dal Consiglio Regionale della Calabria e costati ai calabresi 431 mila euro si destini subito una parte alle famiglie in difficoltà del nostro territorio per come fatto tra l'altro dalla Città Metropolitana di Reggio Calabria" , chiosano gli esponenti del.

"Gli enti locali e la nostra città Metropolitana di Reggio Calabria hanno bisogno di azioni concrete per difendere chi ha più bisogno" , queste le conclusioni degli esponenti del Pd che invocano un operazione Sveglia Calabria.